5. Colonna A e colonna B

Attento

Premuroso

Impegnato

Creativo

Guidato da obiettivi

Onesto

In grado di improvvisare

Incisivo

Indipendente

Informato

Sperimentatore

Innovatore

Perspicace

Leader

Stratega

D’aiuto

OPPURE

Obbediente.

Quale colonna scegliereste? Per chi o con chi vorreste lavorare? Chi vi piacerebbe assumere? Che dottore volete vi curi? Con chi vorreste vivere?

Ultima domanda: se doveste organizzare un programma di insegnamento miliardario che dura 16 anni per formare la generazione futura che comporrà la nostra società, intorno a quale colonna lo vorreste costruire?

Questo è più uno sfogo che un libro. È scritto per i ragazzi, i loro genitori, e i loro insegnanti. L’ho scritto per i capi e per quelli che a loro volta lavorano per quei capi. Ed è scritto per tutti coloro che hanno pagato le tasse, che sono andati ad un incontro a scuola, che si sono iscritti all’università, o hanno votato.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on Pinterest

4 responses

  1. Io sceglierei la colonna A!Lavoro da 5 anni in un ministero con tutto quello che ne consegue in termini di sacrificio di indipendenza, sperimentazione e creatività. Professionalmente parlando, sono cresciuta in un ambiente formale, rigido nelle sue regole e gerarchie, in cui l’obbedienza ha quasi più valore della competenza e dove – prima che ti diano un pò di credito – devi iniziare ad avere i capelli bianchi.
    Tuttavia non tutto è da cestinare perché sull’altro piatto della bilancia c’è da metterci che è un lavoro perfettamente in linea con gli studi fatti, che ho iniziato a lavorare 2 mesi dopo la laurea (cosa abbastanza rara in Italia), con uno stipendio gratificante…ma non a tempo indeterminato…
    Insomma…in quest’ultimo anno ho riflettuto molto sul da farsi, ho compilato fogli di pro e contro, sono venuta a contatto con realtà di creativi e alla fine sono giunta alla conclusione che mi vedo molto di più nella colonna A!E’ quindi inziato il traghettamento dalla colonna B alla colonna A con un progetto tutto mio che spero cresca sano!Forse finora mi era solo mancato il coraggio di fare il salto…

  2. Da mamma “egoista” vorrei che le mie figlie fossero Obbedienti ma nel termine + povero possibile. Da mamma che ama le sue figlie, e io sono questa mamma, voglio che le mie figlie siano esseri felici e questo presuppone un’Indipendenza mentale che darà loro la possibilità di essere “Attento, Premuroso, Impegnato, Creativo…”, di essere in perfetta armonia con se stessi e con il modo… ma è una fatica immensa….

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *